Glaucoma

Negli stadi iniziali o quando la terapia inizia a non essere più efficace si può optare per un trattamento laser. Lo scopo di questi interventi a ridottissima invasività è quello di determinare un più facile deflusso dei liquidi.

I trattamenti sono totalmente indolori e, anche se non definitivi, possono determinare una netta riduzione della pressione oculare per periodi anche superiori ai 12 mesi. I trattamenti più utilizzati sono:

  • Iridotomia Yag laser

Quando le zone di deflusso dei liquidi intraoculari (trabecolato) sono anatomicamente strette o quasi chiuse (glaucoma ad angolo stretto) si può assistere, in condizioni particolari, alla totale chiusura di tali aree con conseguente improvviso e dolorosissimo incremento pressorio che può determinare danni irreversibili. Se la visita oculistica evidenzia queste particolari conformazioni delle vie di scarico o se un paziente ha gia sofferto di un attacco di glaucoma acuto è indispensabile eseguire una iridotomia Yag laser che consiste nella creazione di un foro sull'iride che permetta ai liquidi di giungere senza difficoltà nelle aree di deflusso. L'intervento viene eseguito dopo aver instillato alcune gocce di collirio anestetico ed è totalmente indolore.

laser glaucoma
  • Trabeculoplastica Argon laser (ALT)

Questo trattamento, utilizzato da più di 30 anni può essere eseguito nei glaucomi ad angolo aperto e nei glaucomi pigmentari. In tali patologie il trabecolato, cioè l'area spugnosa deputata alla filtrazione dei liquidi intraoculari, tende ad ostruirsi, rendendo più difficile il deflusso. La trabeculoplastica consiste nel creare una serie di fori nel trabecolato stesso con lo scopo di facilitare la filtrazione e di ridurre la pressione. Gli aspetti positivo di questa metodica sono rappresentati dalla sua rapidità di esecuzione e dell'assenza di complicazioni. Gli aspetti negativi più importanti sono dati dal fatto che quasi la metà dei pazienti non rispondono alla terapia e che quasi sempre gli effetti sono limitati nel tempo.

laser glaucoma

  • Trabeculoplastica laser selettiva (SLT)

Di recente introduzione, questa metodica può essere utilizzata nei glaucomi ad angolo aperto. La tecnica laser, stimolando delicatamente il trabecolato mediante una irradiazione delle sue cellule pigmentate, innesca una azione che porta ad un aumento degli spazi di filtrazione con conseguente calo della pressione oculare. Anche questa è una metodica di rapida esecuzione e totalmente indolore ma, come nel caso della trabeculoplastica, il suo effetto è limitato nel tempo. E' ripetibile.

CHIRURGIA DEL GLAUCOMA

La chirurgia è l'opzione cui ci si rivolge quando non si riesce ad ottenere una stabilizzazione della pressione oculare e della progressione del danno nè con la terapia nè con i laser.

TRABECULECTOMIA

Dei vari interventi, quello più eseguito e che fornisce i risultati più soddisfacenti è la Trabeculectomia. Questo intervento consiste nel sollevamento di un sottile “sportello” di sclera, nell'esecuzione di un foro a tutto spessore che permetta al liquido intraoculare di avere una facile via di deflusso, ed infine nella sutura delicata dello sportello sclerale e della congiuntiva.

chirurgia-oculistica-glaucoma

laser glaucoma c

La trabeculectomia è eseguita con successo da molti anni e nonostante l'introduzione di nuove metodiche rappresenta ancora oggi la tecnica più utilizzata. Come tutte le tecniche chirurgiche, non è priva di rischi che possono andare dalla chiusura della fistola con vanificazione dell'intervento, all'eccesso di filtrazione che può invece determinare complicanze anche gravi quali il danneggiamento della porzione centrale della retina (come conseguenza di gravi edemi maculari). Proprio nel tentativo di ovviare alle complicanze più gravi sono stati introdotti interventi sicuramente più rispettosi dell'anatomia dell'occhio (quale la Sclerectomia profonda ) che però hanno dimostrato spesso una minore efficacia.


IMPIANTI FILTRANTI

Una metodica chirurgica alternativa è rappresentata dall'introduzione di impianti filtranti; sono valvole che vengono inserite nell'occhio e che permettono il passaggio dell'acqueo dalla camera anteriore agli spazi sottocongiuntivali. L'intervento consiste, come nella trabeculectomia, nella creazione di uno "sportello" sclerale al di sotto del quale viene allocata la valvola che metterà in comunicazione l'interno dell'occhio con l'esterno. La più utilizzata di queste valvole è l' Express. Ha dimensioni estremamente ridotte (0,4 mm di spessore X 3 mm di lunghezza).

express


laser glaucoma d


A volte l'intervento può andare incontro ad insuccesso; la causa più frequente di questo evento è rappresentata dal completo incollamento dello "sportello" alla sclera che occlude, così, il passaggio del liquido agli spazi sottocongiuntivali. Per ovviare o ridurre questo evento si utilizzano sostanze, come la Mitomicina C, che vengono applicate sulla sclera durante l'intervento e che si sono dimostrate in grado di ridurre considerevolmente i processi indesiderati di cicatrizzazione.

Video

Cataract and Glaucoma Surgery: Micro-incision phaco-trabeculectomy
Altro in questa categoria: « Distacco di Retina - Vitrectomia

Prenotazioni

Prenota la tua visita o richiedi informazioni in merito presso:
  • Studio Privato - Via Feudo, 127 - Riccia (CB) - Tel. 0874716588
  • Coop. Medicina Futura - Viale Appennini, 71 - Lucera (FG) - Tel. 0881530067
  • Centro Oculistico Laurelli - Via Principe di Piemonte, 98 - Campobasso - Tel. 0874310242
  • Studio - Via Beviera, 4 - San Marco dei Cavoti (BN) - Tel. 0824984262